Orgoglio e pregiudizio

ORGOGLIO

CITAZIONE : L’orgoglio è un difetto assai comune.

Da tutto quello che ho letto, sono convinta che è assai frequente; che la natura umana vi è facilmente incline e che sono pochi quelli che tra noi non provano un certo compiacimento a proposito di qualche qualità – reale o immaginaria – che suppongono di possedere.

Vanità e orgoglio sono ben diversi tra loro, anche se queste due parole vengono spesso usate nello stesso senso.

Una persona può essere orgogliosa senza essere vana.

L’orgoglio si riferisce soprattutto a quello che pensiamo di noi stessi; la vanità a ciò che vorremmo che gli altri pensassero di noi.

Jane Austen

DEFINIZIONE : L’ orgoglio, a mio avviso, è una grande autosodomizzazione, la vanità ne è la propedeutica vasellina.

PREGIUDIZIO

CITAZIONE : Si lusingava di essere un uomo privo di pregiudizi; e questa pretesa è di per sé un grande pregiudizio.

Anatole France

DEFINIZIONE : Il pregiudizio, a mio avviso, è la forza d’animo consistente nel farsi un’opinione aiutati, esclusivamente, dalla propria esperienza e dalla propria intelligenza. Essere privi di pregiudizi ad ogni costo ed esserne orgogliosi riconduce alla definizione di orgoglio di cui sopra. L’avere pregiudizi non impedisce di cambiare idea, l’esserne privi condanna a non cambiarla mai.

Non si cambia, infatti, ciò che non esiste ed il non cambiamento è morte.

ORGOGLIO E PREGIUDIZIO

AMMISSIONE : Sono un uomo pieno di pregiudizi e ne vado orgoglioso.

Il Misantropo

Auguri VIP

Quest’anno ho deciso di fare gli auguri a tutti coloro che per me contano veramente:

Al portiere Franco

Al portiere Michele

Alla portiera Fortuna

Al portiere Giuseppe

Al portiere Agostino

Al giornalaio Lucio

Al barista Michele

Al barista Luigi, padre di Michele

Al barista Mimmo

Al barista Enzo

Al barista Andrea

Al barista Dado

Al barista Mirko

Al banconista Ciccio

Al barbiere Mimmo

Al vetraio Peppe

Al negoziante di materiale elettrico Franco

Al fioraio Mimmo

All’oste Tonino

Ai trattori Franco, Peppe e Gianni

Ai cuochi Andrea, Patrizia e Zio Mario

Al cuoco imprenditore Manuele

Ai camerieri Annalisa e Andrea

Ai camerieri Gigino, Pasquale e Peppe

Alla cameriera Susana

Al cuoco Matsumoto

Al maitre Claudio

All’erbivendola Cira

Al negoziante di detersivi Luigi

Alla farmacista Maria

Ai tassisti del Radio Taxi Partenope

Ai tassisti del 4040

Al garagista Valerio

Ai venditori di calzini di Capodichino: Enzo Totore e Gaetano

All’ ausiliario alla macchinetta del parcheggio di Capodichino  Sasà

Il Misantropo

 

 

 

 

Ciclisti Rose e Aperitivo

Oggi mi concentrerò su 3 categorie che ritengo essere particolarmente una piaga a Milano:

CIclisti

I ciclisti educati che rispettano il codice della strada sono una ristrettissima minoranza. La stragrande maggioranza dei ciclisti, che mina continuamente l’incolumità dei pedoni, è composta da:

1) Facce di cazzo abbigliati come nella city londinese che viaggiano al buio, senza fari, in contromano su bici nera con freno a bacchetta e cestino in vimini.

2) Signore anziane rincoglionite che pedalano, a testa bassa e senza guardare, sul marciapiede e attraversano, rigorosamente in sella e sempre senza guardare, sulle strisce pedonali invitando con brevi drin il pedone di turno a spostarsi.

3) Cinesi che redarguiti sul fatto che in bici sul marciapiede non ci si va, ti fanno la lezioncina e ti rispondono: Tu non sapele qui a Milano tutte bici va su malciapiede.

Al cinese ricordo che Milano è in Italia, agli altri due:…..VaffanCina!

Venditori di Rose

In 10 minuti 20 tentativi di estorsione: Ho bambini, tu mangia, ho fame, dai soldi…..

Le rose le odio e ho smesso di fumare. Non mi serve alcun prodotto venduto dagli ubiqui ambulanti ma ne sono vittima e non sono libero di sostare sotto casa mia senza essere avvicinato a ritmi che nemmeno Monica Bellucci che decidesse di darla gratis avrebbe idea.

Inutile dire che la colpa non è dei poveri ambulanti ma di uno Stato (scusate la maiuscola…al momento è inappropriata) che consente l’accesso indiscriminato sul suo territorio ad emigranti cui non potrà mai garantire una vita dignitosa, non potendola, in primis, garantire ai suoi cittadini. Vergogna

Gli amici dell’ aperitivo

Bicchieri di vino che hanno una durata pari a quella del lecca lecca che mai si consuma di Willy Wonka, Spritz che conosceranno i tuoi nipoti per via della loro longevità e miriadi di piattini ripieni di torri di babele di cibo spazzatura ( che ricorda la merda anche nell’ odore ) che hanno, invece, una durata che manco il più inguaiato degli eiaculatori precoci. Orrore!Orrore!Orrore!

Che la mia Crociata abbia inizio!

Il Misantropo

Parola di Roberto Carlino

Sogni o solide realtà?
Le ultime non le conosco minimamente ed è una vita che mi faccio bastare i sogni.
Nel mio immaginario, in ogni caso, le solide realtà hanno un che di deprimente…perché mai, quindi, rinunciare ai sogni, che ti rendono vivo, per acquistare le solide realtà di Roberto Carlino?
Forse perché inseguire un sogno costa molto più di quanto costino l’acquisizione ed il mantenimento di una solida realtà e forse anche perché il sognatore è solo con lo sguardo rivolto verso il cielo e i piedi nelle sabbie mobili: situazione ben più scomoda di quella di coloro che poggiano i piedi sulle solide fondamenta delle solide realtà, coccolati da una percezione del futuro meramente temporale.
Io scelgo il rischio, il sogno: mi tuffo nel fiume, mi faccio portare dal flusso e attendo il ramo da afferrare con forza, se e quando arriverà…la barca la lascio a Roberto Carlino.
Il Misantropo

Now Boarding

Nella vita di ogni frequent flyer accade, prima o poi, questo evento:
Arrivi al controllo sicurezza e gli addetti, che hai visto migliaia di volte e che si sono sempre rivolti a te in maniera professionale ma del tutto impersonale, ti salutano ricordando il tuo cognome e ti chiedono come va.
Tale accadimento può apparire come un semplice scambio di cordialità e potrebbe passare inosservato agli occhi dei meno attenti ma, in realtà, la sua valenza é molto alta.
É il momento in cui si riacquisisce la propria identità e si passa dallo status di semplice passeggero a quello di persona.
Il raggiungimento di tale risultato é, vista la mole dei transiti, abbastanza complesso ma, in compenso è molto gratificante.
Mi spiego meglio:
L’aeroporto, per la sua natura di “non luogo”, freddo e impersonale, mal si presta alla comunicazione tra coloro che lo vivono quotidianamente – perché ci lavorano – e coloro che lo frequentano in quanto viaggiatori.
Il tutto è reso ancora più difficile dai turni del personale che, riducono consistentemente la probabilitá – anche per chi viaggia 3 volte a settimana – di incontrare le stesse persone.
Il viaggiatore, tuttavia, riconosce perfettamente tutto il personale ( che ha visto decine di volte), ne conosce il ruolo, a volte il nome ma non é, a sua volta, riconosciuto.
Tale situazione genera un gap tra l’essere e l’apparire, che si sintetizza con: “Ma io sto tutti i giorni qua, come é possibile che sembra sempre che questo mi vede per la prima volta?”.
Ebbene, il momento del riconoscimento colma questo gap, riconciliando essere e apparire all’insegna della prioritá dei rapporti umani che prescindono i ruoli e questo riconoscimento , per me, vale molto di piú di una “Freccia Alata per sempre”.
Il Misantropo

Odio il Natale

Odio il Natale perché odio scambiare auguri con persone delle quali non me ne fotte

Odio il Natale perché odio il Panettone, con o senza uvetta

Odio il Natale perché odio lo scambio di regali inutili al solo scopo di adempiere a non si sa quale obbligo

Odio il Natale perché odio i giochini di Natale : serate in cui una serie di cesse fortunate al gioco si prendono la rivincita su tutti vincendo tutti i premi in palio al Mercante in Fiera e lasciando a te, con la carta del Lattante, il premio beffa

Odio il Natale perché odio l’ubiquo tripudio di colori barocchi: Rosso, Oro, Verde Scuro

Odio il Natale perché odio la neve artificiale con la quale si scrive “Buon Natale” sulle finestre delle case illuminate da fioche lampadine a risparmio energetico

Odio il Natale perché odio la domanda: “Cosa fai a Natale?”

Odio il Natale perché Babbo Natale e la sua meritocrazia mi hanno rotto i coglioni

Odio il Natale perché prima di Natale c’è la sensazione che il mondo debba finire e tutti sono pervasi dall’inutile fretta di fare non si sa che cosa

Odio il Natale perché odio la frase: “Poi dopo Natale si vede”

Odio il Natale perché odio gli struffoli, i roccocò e i mostaccioli

Odio il Natale perché odio la noiosissima cena della vigilia

Odio il Natale perché odio l’ancor più noioso pranzo di Natale

Odio il Natale perché odio vedere e sentire gente che è stressata perché deve comprare i regali di Natale

Odio il Natale perché odio ricevere telefonate di gente che mi chiede un consiglio su cosa regalare a chi

Odio il Natale perché sono consumista quando cazzo mi pare e non a Natale

Odio il Natale perché odio i padri che si travestono da Babbo Natale per compiacere bambini dementi che non riconoscono il padre dietro un cappello e una barba finta di scadente qualità

Odio il Natale perché odio le vacanze di Natale in montagna

Odio il Natale perché odio le vacanze di Natale al mare

Odio il Natale perché odio dover spiegare perché odio il Natale

Odio il Natale perché odio la felicità a comando

 

Il Misantropo

 

 

Le stagioni secondo Facebook

Con il sospirato arrivo dei primi freddi arrivano, su Facebook, le solite ondate di commenti di stupore, di impreparazione al cambio climatico e di lamentela per l’estate che è finita.
La ciclicità di questo tipo di commenti, che ad ogni stagione toccano temi specifici, mi spinge a compilare un piccolo elenco delle esternazioni peculiari di ogni mese, di 15 giorni in 15 giorni, a partire da Ottobre.

Ottobre

1- 15 : Con un sole così, come non amare questa città! – Che caldo!!! non vedo l’ora che arrivi l’inverno per sfoggiare il nuovo guardaroba!
16-31 : Piove da stamattina: Uffa! – La città è allagata, vergogna Sindaco – Mi sto ghiacciando, fa freddissimo e non vedo l’ora che arrivi l’estate – La Juve ruba le partite – il Napoli quest’anno vince lo scudetto – Cambio di stagione! – Che si fa per il ponte dei morti?

Novembre

1-15 : Splendido ponte a Berlino – London Calling – Paris Je T’aime – W Il torrone dei morti! – Il torrone dei morti mi è rimasto sullo stomaco – La Juve continua a rubare le partite – Odio il lunedì…poi con questa pioggia!
16-30: Sono le 4 di pomeriggio ed è giá notte: Depression! – Cenetta romantica con il mio amore: priceless! – Odio il lunedi…piove da 1 mese! – Voglia di mare!

Dicembre

1-15: Roccaraso sto arrivando: Salsiccia e Scamorza come se piovesse! – Hanno aperto gli impianti? – Piumone, caminetto e tante coccole…W l’inverno! – A Roma nevica, ecco il tetto di fronte casa mia – A Milano nevica, ecco il tetto di fronte casa mia – Che palle questo shopping per i regali di Natale! – Voglia di neve
16-31: Che ne dite di una bella rimpatriata visto che siamo tutti a Napoli per Natale – Shopping time – Buon Natale a tutti! – Odio i giochini di Natale – Tutti a S.Pasquallido – Sent from my new Iphone – Capodanno a New York – Capodanno a Berlino – Capodanno a Londra – Capodanno a Roccaraso – Prima sciata dell’anno, neve perfetta: Priceless!

Gennaio

1-15: Da domani dieta!!! – La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte – Quest’anno niente carbone per me! -Brr… Che Freddo! – I negozi mettono in saldo solo schifezze – Adoro queste scarpe! – Weekend a Roccaraso – Sará il freddo ma oggi il mio iphone da i numeri – Piumone Time! – Questo freddo non si sopporta più!!! – London Calling – Per info tavoli e omaggi donna msg in privato.
16-31: Odio il lunedi…dopo 30 snooze mi sono riaddormentato e ho dovuto fare una corsa mostruosa per non arrivare tardi in Tribunale – Sharm El Sheik – W la settimana bianca – Grappino time – I giorni della Merla!!!

Febbraio

1-15: Ma quest’anno è bisestile? – Amore sai sempre come stupirmi – Il Massacro di S.Valentino – Brr!
16-28: Settimana bianca di Carnevale – Con quei costumi spaccavamo – Party di Carnevale alla Mela – Perchè Sanremo è Sanremo

Marzo

1-15: Perchè Sanremo è Sanremo – Buona festa della donna – Non serve la festa della donna in un paese civile – Berlusconi Vergogna – Voterò per Renzi – Influenza ti odio!
16-31: Votare è un diritto – Votare è un dovere – Benvenuta Primavera – Marzo pazzerello – Sei il Papà migliore del mondo – Buona Pasqua – Nell’uovo ho trovato un cuollo di cazzo – Neve primaverile e sole: Priceless!!

Aprile

1-15: Pesce d’Aprile – Pioggerellina d’Aprile – Allergia mi stai uccidendo – Voglia di mare – London Calling – Berlin Calling – Amo Barcellona – Amiche mie vi amo!!! – America’s Cup – America’ s Cup fasulla , solo tamarri per strada
16-30: Ci siamo quasi – W la festa della Liberazione – Oggi non ho niente da festeggiare…a morte i compagni – W l’Italia

Maggio

1-15: Buon I Maggio – Oggi io lavoro e non ho niente da festeggiare – Concerto del I Maggio – Sei la mamma migliore del mondo – Che caldo!!! – Cambio di stagione – Per info tavoli e prenotazioni msg in privato
15-31: Ischia Time – Capri Time – Sorrento Time – Sono rossa come un peperone – London Calling – Paris Je T’aime – Lavorare con questo caldo non è possibile – Granita Time

Giugno

1-15: Si soffoca!!! ma due gocce d’acqua no?? – W la Repubblica – Garibaldi si doveva stare a casa sua – Ischia Time – Capri Time – Anema e Core!!!! – Luna Caprese- Odio il Lunedi…Ho fatto 2 metri e giá sono zuppa di sudore – Juve hai rubato un altro scudetto – Le tre stelle me le metto sulla mutanda
15-30: Questa estate è decisa: Thailandia!!!!!! – 40 gradi all’ombra – Capri Time – Ischia Time – Negombo – Odio gli aliscafi – 30 piani a piedi in Tribunale con questo caldo – Il mio cane boccheggia – Invasione Blatte – Devo perdere 3 chili – Benvenuta estate

Luglio

1-15: Questa estate è decisa: Messico!!!!!! – Voglio l’inverno!!!!! – Esaurimento Top voglio le ferie – Blatta Time – La disinfestazione si fa a Settembre – Berlusconi Vergogna – Minetti a casa – Relaxing in the Sun
15-31: Non Capisco perchè ma sembra che ad agosto debba finire il mondo….stress!!! – Capri Time – Ischia Time – London Calling – -10-9-8-7-6-5-4-3-2-1 Ferie!!!!!

Agosto

1-15: Siamo al primo di Agosto e lavoro ancora!!! – Salerno – Reggio Calabria – Finalmente! – Mojito Time – Buon Ferragosto – Fuochi a mare – Sagra di qualcosa – Amore sei tutto rosso- Si boccheggia
16-31: L’estate sta finendo – Lavatrici a Go go – Lavatrici – Lavatrici – Ischia Time – Capri Time – Per info e prenotazione tavoli msg in privato

Settembre

1-15 : Depressione da rientro!!! – Lavatrici – Questo caldo ha rotto i coglioni – I miss Mexico – I miss Thailand – I miss London – I miss my friends – il ricordo di me e te sotto quella luna…brividi.
16-30: San Gennaro facci il miracolo – Quest’anno il Napoli vince il campionato – London Calling – Berlin Calling – Paris Je T’aime – Voglia di neve – Piove da 2 ore… uffa!!!!

In sintesi:

Penso sia venuto il momento di disattivare l’account… fatelo anche voi e se vi dovesse mancare, consultate questo promemoria…è la stessa cosa.

Il Misantropo